Questa è l’esortazione e l’augurio

1.   Sentiamo in Domino la carità di Gesù Cristo che ci incalza e ci preme: Charitas Christi urget nos! … Che i nostri occhi si aprano alla luce di Dio e si spronino insieme, i nostri cuori, alla carità di Gesù Crocifisso, sì che tutti abbiamo a sentire e a vivere tutta la sublimità e santità della nostra vocazione, ed apprezzare il valore, la grazia di dono sì grande e sì celeste. Iddio non vuole una moltitudine di figli fiacchi e inutili (c. 4, 30 Ecclesiastico), né che compariscano davanti al Signore a mani vuote: « Non apparebis ante conspectum Domini vacuus » (cap. 35, 6 Eccl.).(L I,54)

2.   Faccia Iddio che tutta la vita mia e de’ miei carissimi fratelli di fede e di lavoro non sia che un cantico di gratitudine a Lui! Che la grande melodia della Provvidenza si dilati e si diffonda, e sparga la luce e il fuoco della carità di Gesù Cristo per tutta la terra! (L I,275)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.